(+39) 3409510078 info@biketrotter.it

Login

Accedi

Dopo aver creato un account potrai aggiungere i viaggi alla tua Lista dei Desideri personale e ritrovarli facilmente in ogni momento.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Data di nascita*
Email*
Cellulare*
Nazionalità*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.

Hai già un account?

Login
(+39) 3409510078 info@biketrotter.it

Login

Accedi

Dopo aver creato un account potrai aggiungere i viaggi alla tua Lista dei Desideri personale e ritrovarli facilmente in ogni momento.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Data di nascita*
Email*
Cellulare*
Nazionalità*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.

Hai già un account?

Login
Toscana e Lazio
Quota 800€
Nome e cognome*
Email*
Telefono
Il tuo messaggio*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.
Aggiungi alla Lista dei Desideri

Per aggiungere un tour alla Lista dei Desideri devi creare un account

180

Rimani aggiornato sui nostri viaggi

Hai un gruppo preformato? Vuoi organizzare questo viaggio?

Se sei interessato a questo viaggio e vuoi partire con un gruppo di amici nelle date che preferite, contattaci!

(+39) 340 9510078

info@biketrotter.it

Via Francigena in bici, da Siena a Roma

  • da marzo a ottobre
  • 9 giorni / 8 notti
  • Viaggio vai da te
  • A partire da 2 persone

Il paesaggio toscano della Val d’Orcia riscalderà il tuo cuore come una classica fotografia mentre percorri le colline verdi, catturate nel tempo come se gli Etruschi le avessero appena attraversate. Dai un’occhiata alle pittoresche case coloniche incastonate tra uliveti e vigneti. Attraversa noci e fichi sulla strada per la città termale di Bagno Vignoni, quindi esplora le fenomenali strade labirintiche e le botteghe artigiane di Montepulciano.

Cosa è compreso

  • 8 notti in albergo e agriturismo in camera doppia
  • tutte le colazioni (possibilità di mezza pensione)
  • Punti informazione in tutte le città
  • assistenza telefonica h/24
  • trasporto bagagli
  • trasferimento dalla stazione di Buonconvento all'agriturismo
  • possibilità di parcheggio in struttura (su richiesta)
  • tracce GPS disponibili

Cosa non è compreso

  • noleggio bici ibrida/trekking (115€)
  • noleggio e-bike (216€)
Foto di viaggio
Itinerario giorno per giorno
Giorno 1: Arrivo a Siena
Giorno 2: Da Siena a San Quirico
Giorno 3: Da San Quirico a Radicofani
Giorno 4: Da Radicofani a Bolsena
Giorno 5: Da Bolsena a Viterbo
Giorno 6: Da Viterbo a Sutri
Giorno 7: Da Sutri a Formello
Giorno 8:Da Formello a Roma
Giorno 9:Arrivederci Roma!

Giorno 1: Arrivo a Siena

Il vostro viaggio inizierà a Siena, città medievale tra le più belle sulla Francigena, nota per il suo celebre palio: potrete trascorrere la giornata passeggiando tra le sue vie lastricate, cercando sulle mura degli edifici gli stemmi delle contrade di appartenenza, o salire sulla Torre del Mangia per godere di un panorama unico sui tetti della città; imperdibile una visita al duomo, che vi impressionerà con le sue imponenti colonne bianco nere. Se siete fortunati potrete assistere alla festa di una delle contrade, distribuite nel corso dell’anno, e vedere all’opera gli abili sbandieratori, prima di sedervi ad un tavolino di Piazza del Campo e gustare un piatto di pici all’aglione per cena, ammirando il Palazzo Pubblico illuminato.

Giorno 2: Da Siena a San Quirico 54km

Auguratevi che la prima giornata del vostro viaggio sia illuminata dal sole, perché i Crinali della Val d’Arbia offrono panorami indimenticabili: dopo aver salutato Siena, adagiata sulle colline all’orizzonte, percorrerete tranquille strade secondarie fino a Monteroni d’Arbia, dove potrete ammirare l’imponente Grancia di Cuna, una fattoria fortificata che custodiva le riserve di grano destinate alla repubblica Senese.

Continuerete il vostro viaggio attraverso la Valle dell’Ombrone fino a Buonconvento. Varcherete la porta d’entrata delle mura fortificate e vi immergerete nel bel centro storico del borgo, scoprendo perché il suo nome significa “luogo felice e fortunato”, prima di rimettervi in sella verso San Quirico, attraverso strade bianche e alcuni tratti asfaltati: questi saranno però compensati dai suggestivi panorami della Val D’Orcia, tra colline costellate di vigneti e cipressi. A San Quirico potrete incantarvi davanti al portale della Collegiata, giocando a riconoscere i diversi stili architettonici che si fondono nelle sue decorazioni, prima di concedervi un po’ di riposo tra le verdi siepi degli Horti Leonini, un incantevole giardino del ‘400.

54 km, 650m salita, 490m discesa

Giorno 3: Da San Quirico a Radicofani 36km

Continuerete il vostro viaggio attraverso i panorami da sogno della Val D’Orcia: poco oltre San Quirico entrerete in un mondo senza tempo visitando Vignoni Alto, e potrete concedervi una pausa rigenerante nelle acque termali di Bagno Vignoni.

Una salita impegnativa vi porterà fino a Radicofani: tenete duro, perché ammirare il panorama dalla fortezza di Radicofani, stanchi ma soddisfatti, ripagherà tutti i vostri sforzi. Potrete visitare anche la Pieve di San Pietro, piccolo gioiello risalente al 1200, e fare una passeggiata serale nel suo centro storico, ammirando la magia della Rocca illuminata.

36/42 km, 650/650m salita, 455/650m discesa

Giorno 4: Da Radicofani a Bolsena 51km

Da Radicofani vi metterete in viaggio verso una delle tratte più emozionanti della Via Francigena, lasciando la rocca alle vostre spalle e viaggiando sulla vecchia Via Cassia, circondati da un paesaggio di colline sconfinate sormontato dal Monte Amiata. Potrete camminare nel silenzio della cripta romanica sotto la Basilica del Santo Sepolcro di Acquapendente, tra capitelli decorati e giochi di archi: qui secondo la tradizione sarebbero conservate alcune pietre bagnate dal sangue di Cristo.

Il vostro viaggio proseguirà tranquillo fino ai primi scorci sul lago di Bolsena: da qui scenderete nell’antico cratere vulcanico e proseguirete lungo strade sterrate, alternando fitti boschi a prati puntellati di ulivi, fino a Bolsena. Se siete curiosi di vedere le prove del miracolo del Corpus Domini, per cui Bolsena è famosa, nella Cappella del Miracolo sono custodite alcune lastre di marmo macchiate dal sangue sgorgato da un’ostia nel 1200. Se invece siete più interessati alla cucina tipica, potrete assaggiare i prodotti offerti dal lago, come la Sbroscia, una zuppa tipica con pesce lacustre e pomodoro.

51/60 km, 620/840m salita, 610/610m discesa

Giorno 5: Da Bolsena a Viterbo 33km

Proseguirete tra boschi e uliveti, su un percorso che vi regalerà continui panorami sul lago: attraverserete una celebre zona di produzione dell’Olio Extravergine di Oliva. A Montefiascone imperdibile la salita alla Rocca, dove rimarrete incantati di fronte ad un panorama sconfinato. Una volta scesi, potrete infilarvi in una tipica enoteca e gustare un bicchiere di Est!Est!!Est!!!, che qui è ancora più buono perchè a km zero.

Se volete ulteriormente viziarvi, vi consigliamo di ricaricare le energie nelle acque termali del Bagnaccio prima di procedere verso Viterbo, la vostra meta. In onore del vostro viaggio, non perdetevi la visita al pittoresco Quartiere del Pellegrino, prima di ammirare lo splendido Palazzo dei Papi e godervi il silenzio del chiostro longobardo di Santa Maria Nuova. E per concludere in dolcezza, festeggiate la fine del viaggio con le deliziose frittellacce locali!

33 km, 545m salita, 420m discesa

Giorno 6: Da Viterbo a Sutri 38km

Da Viterbo il viaggio prosegue verso Vetralla, borgo nel cuore dell’antico territorio Etrusco, prima di giungere alla piccola ma preziosa Sutri attraverso il verde paesaggio laziale. L’anfiteatro romano è imperdibile. Scegliete se sedervi sugli spalti o conquistare la scena, ma uscendo ricordatevi di firmare il registro dei visitatori, scambiando qualche chiacchiera con il custode. In seguito dirigetevi alla chiesa di Santa Maria del Parto, le cui pareti di tufo sono decorate da affreschi ben conservati. Cercate tra le immagini il gruppo di pellegrini, ritratti in preghiera con i loro bastoni in mano.

38 km, 420m salita, 510m discesa

Giorno 7: Da Sutri a Formello 34km

Da Sutri proseguirete verso Campagnano: nel corso del viaggio costeggerete le cascate di Monte Gelato, dove potrete fermarvi per prendere un po’ di fresco. Attraverso una strada panoramica arriverete alle porte di Campagnano: qui potrete riposarvi nel Parco Venturi, casa di un Tasso trecentenario che i locali chiamano “Albero della Morte”; ma non preoccupatevi, potrete sdraiarvi alla sua ombra senza alcun pericolo! Rimontate in sella e avviatevi nell’ultima tappa che vi separa dalla Città Eterna. Vi immergerete nel parco naturale di Veio con le sue colline boscose, entrando quindi nell’incantevole Valle del Sorbo. Lungo il percorso  potrete ammirare il santuario della Madonna del Sorbo, ma anche il centro storico di Formello, con i suoi bei palazzi medievali.

34 km, 534m salita, 590m discesa 

Giorno 8: Da Formello a Roma 34km

La tappa prosegue tra le campagne laziali, in uno scenario così tranquillo che non direste mai di essere così vicini alla metropoli. Dovrete superare un breve tratto di strade un po’ più trafficate del solito, per poi raggiungere la pista ciclabile del Fiume Tevere, un meraviglioso percorso slow che vi condurrà fino alle porte della Città del Vaticano, dove concluderete il viaggio in Piazza San Pietro.

Non dimenticate una foto trionfale davanti alla Basilica, prima di festeggiare la fine del viaggio rifocillandovi con abbacchio, pecorino romano, e magari un bel maritozzo con la panna… ve lo siete meritato!

34 km, 155m salita, 280m discesa

Giorno 9: Arrivederci Roma!

Ultimo giorno compreso. I servizi terminano dopo la colazione.

Domande?

Che tipo di bici è possibile noleggiare?

Bicicletta elettrica UNIVEGA 

Noleggio di e-bike a pedalata assistita

Se hai intenzione di pedalare su lunghe distanze, scalare le colline del Chianti e vuoi una mano, UNIVEGA SUMMIT E TLD è la scelta giusta. È equipaggiato con il nuovo motore Bosch ISIS posizionato molto in basso per non alzare il baricentro della bici. SUMMIT E TLD si comporta proprio come il modello ibrido di bici da cui prende la geometria del telaio, ma senza il motore elettrico. È estremamente agile, ma allo stesso tempo eccezionalmente comodo.

 

Hybrid bike UNIVEGA GEO 6.0

Noleggio bici ibrida o da trekking

Le biciclette UNIVEGA privilegiano il comfort per l’uso turistico e il trasporto urbano. Il design del telaio offre all’utente una guida fluida e agile. Le ruote da 28 pollici offrono prestazioni eccellenti su asfalto e su strade sterrate senesi. La forcella idraulica fa un ottimo lavoro per attutire le vibrazioni e i freni a disco con modulatore garantiscono una frenata sicura e costante. gli occhielli del telaio consentono un facile montaggio delle borse.

 

Mountain bike 29″ FOCUS

Noleggio di Mountain Bike

FOCUS MTB con ruote da 29 ″ è il modello ideale per chi ha appena iniziato a utilizzare la mountain bike in vacanza. Il telaio in alluminio vanta una geometria efficiente, collaudata. La forcella del morsetto aiuta con gli alti e bassi delle colline toscane. FOCUS offre componenti di alta qualità, un riduttore ancora più efficiente e ruote a doppia parete.

Quali accessori sono compresi nel noleggio della bicicletta?

  • Casco disponibile su richiesta
  • Luci anteriori e posteriori incluse
  • Lucchetto incluso
  • Borse laterali disponibili su richiesta senza costi aggiuntivi
  • Kit di riparazione incluso